Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
9 dicembre 2021
In Universale Economica
Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
Il vostro affetto per mio padre 19 aprile 2007


Carissimi, grazie delle parole di affetto per mio padre. Difficile non parlarne, difficile farlo. Un detto popolare dice:”La morte di un genitore ci fa sentire bambini per un po’, adulti per sempre”. Mio padre era anche un grande regista, un uomo profondo, intelligente e sensibile. Sulla parete del suo studio c’è un manifesto di una bocca aperta e sotto c’è scritto: “Non tacere mai!” Una frase che chiude in suo onore il mio romanzo “La bestia nel cuore”.

 
I vostri commenti
Il commento di M.Grazia 11 ottobre 2008


Credo che suo padre sia stato uno dei più grandi registi italiani. Io l'ho scoperto purtoppo solo all'università e mi ha talmente appassionata che ho scritto la mia tesi su un suo film, "La ragazza di Bube". Ho letto molto di lui come regista e come uomo e che credo che lei sia stata davvero fortunata ad aver avuto un padre ed un maestro del suo livello, un regista in grado di realizzare film come "Tutti a casa"....Un capolavoro! Inoltre chi meglio di lui sapeva capire e ascoltare i bambini e il loro bisogno di affetto? Sono contenta che lei segua l'eredità di suo padre: ascolta le persone, evidenza la contrarità della vita senza perdere l'attenzione per il pubblico. Grazie a lei e a suo padre per quello che mi date.


 
Il commento di MassimoCerri 13 agosto 2008


Provo una profonda stima ed ammirazione per il lavoro di suo padre, uno dei più vividi ricordi legati alla mia infanzia è uno dei meno noti film di vostro padre "Infanzia, vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova", sono almeno 20 anni che lo cerco nei palinsesti televisivi o spero in un uscita audiovisiva senza mai avere esito positivo. Io spero che nella sua grande sensibilità recuperi il film di suo padre e lo faccia restaurare perchè merita veramente molto. MassimoCerri


 
Il commento di Angela Ventura 12 ottobre 2007


Ciao Cristina,sono una studentessa di scienze della comunicazione; credo che le tue parole, le tue interviste, i tuoi film, tocchino il cuore delle persone.. affrontino temi particolari, affetti forti e storie di vita quotidiana che ci coinvolgono e ci appassionano..Ammiro molto anche tuo padre per la capacità, che ha avuto, di trasmettere valori importanti attraverso il cinema italiano..E' proprio per questo motivo che sono sodisfatta di aver scelto di trattare come argomento per la mia tesi triennale uno dei suoi film "La ragazza di Bube"... sarei davvero molto felice se potessi sentirti, chiederti consigli e rivolgerti alcune domande ..


 
Il commento di maria 28 agosto 2007


Cara Cristina,so che arrivo con molto ritardo ma ci tengo a dirle che ammiravo molto suo padre.Penso che avrebbe meritato un omaggio più significativo da parte dei media, in particolare la televisione. Poco dopo la sua morte hanno trasmesso un film che, mi vergogno a dirlo, non conoscevo affatto: "La valigia dei sogni".Per me è stato un vero regalo, trovo che è uno dei più begli atti d'amore verso il cinema - e verso i sogni. Molti registi si sono ispirati a quel film per lo stesso tema e nessuno l'ha fatto notare.. Lei ha uno stile diverso ma secondo me gli somiglia. Può fare molto per la sua memoria - e per il nostro cinema, naturalmente.


 
Il commento di emanuele 23 agosto 2007


Nel 1981 il grande luigi comencini stava realizzando il film il matrimonio di caterina nella provincia di Salerno (giffoni) e partecipai a qualche scena come comparsa e x me é stata una bellissima esp.. ricordo comencini seduto su una sedia bianca che dava disposizioni x le scene.Lo ricordo nel suo lavoro molto silenzioso e attento.Ad oggi ancora non sono riuscito a vedere il film non riesco a trovare la pellicola e mi farebbe molto piacere avere qualche indicazioni x aquistarla sarebbe una bellissima emozione ricordare 2 giorni bellissimi


 
Il commento di matilde cesaro 13 luglio 2007


Cristina come cristallina... Acqua pura, trasparente, come il ricordo, la memoria amata, vivace come un ruscello, chiara come un'alba, segue il suo percorso senza mai fermarsi. L'accoglie il mare.


 
Il commento di Alessandra 9 maggio 2007


Cara Cristina,mi sono decisa a scriverti solamente ora ma ti sono vicina per la perdita di tuo padre.Ho perso il mio il 1°agosto 2005,dopo due anni e mezzo di lotta.Un piccolo malessere ed ecco all'improvviso catapultati sull'orlo del baratro, tentando disperatamente di non cadere.In due anni e mezzo sono cambiate tante cose ma soprattutto siamo cambiati noi.La malattia come la perdita di una persona cara ferisce e lascia un vuoto soffocante, però oggi ti posso dire che sono orgogliosa di mio padre e che lo amo infinitamente.So che tu mi puoi capire e ti abbraccio con amicizia ed affetto fraterno.Se ti va di parlarne...IO CI SONO. Baci, Ale


 
Il commento di carmen 21 aprile 2007


"Non tacere mai"...sì...perchè solo cosìsaremmo veri uomini e solo così le nsotre parole potranno cercare di "cambiare il mondo". Almeno un pochino...


 
Il commento di Davide Erre 21 aprile 2007


Nel gennaio 2005 mio padre tornò a casa dopo due mesi di degenza in clinica per un grave problema di salute; dimagrito e affaticato, un filo di voce che stonava con la sua usuale, autoritaria timbrica. Oggi sta bene, ma da allora la fragilità e la fugacità abitano con la mia famiglia, e la provvidenza si affianca con discrezione alle insufficienti difese dell'uomo. Nulla di religioso, credo: solo una presa di coscienza del tempo che avanza ed una voglia animale, tutta nuova, di godere della vita, nell'impegno e nell'ozio, e succhiarne la polpa con gratitudine. Amando, con rinnovata forza, la mia donna come la vita stessa.


 
Il commento di cristina 20 aprile 2007


adoro ascoltare il suono di parole dolci dette ai papà, sanno di devozione, sanno di ammirazione, sanno di tutto quello che posso solo immaginare, ma non provare ma che lo stessso mi fanno emozionare. Io adoro cristina comencini proprio perchè è riuscita sempre a rappresentare nel modo migliore il travaglio di una persona che vuole e deve essere "normalmente felice" e non si accorge di voler ignorare il presente e di essere rimasta impigliata alla maniglia della porta del passato..spero di poter avere un contatto con te perchè continuo a pensare al mio futuro come attrice, la cosa buffa è che sono una neopsicologa...insoddisfatta ovviamente di fare ciò.


 
 Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
 L'Italia non è un paese per donne
 Un nuovo film e un progetto molto importante
 Tornata.... finalmente.
 Un nuovo romanzo
 Giugno 2010
 Marzo 2010
 Dicembre 2009
 Febbraio 2009
 Ottobre 2008
 Luglio 2008
 Marzo 2008
 Febbraio 2008
 Gennaio 2008
 Novembre 2007
 Ottobre 2007
 Settembre 2007
 Luglio 2007
 Maggio 2007
 Aprile 2007
 Marzo 2007
 Febbraio 2007
 Maggio 2006
 Aprile 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Gennaio 2005
 Novembre 2004
 Ottobre 2004
 Settembre 2004
 Agosto 2004
 Luglio 2004
copertina

Lucy
Compra su lafeltrinelli.it
Compra l'ebook - Epub
Compra l'ebook - Pdf
 La scheda autore di Cristina Comencini