Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
9 dicembre 2021
In Universale Economica
Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
Sulle vostre esperienze: come si può superare, insieme, il dolore? 1 febbraio 2008


Carissimi Davide e Raffa, lo so che il blog dovrebbe essere un momento di riflessione collettiva, ma non posso evitare di scrivervi subito. Le vostre esperienze sono segnate dal dolore e dalla morte. La morte incomprensibile di un amico carissimo e quella della madre, se ho capito bene. Quello che posso dirvi – anche la nostra famiglia è stata segnata dalla morte prematura di una persona molto amata - è che bisogna andare dentro le ragioni degli accadimenti, con l’emozione sempre ma anche con la ragione. Il più possibile cercare di vedere il contesto, la storia di ognuno. Tentare per quanto possibile di toglierci di mezzo e far vivere le persone scomparse nella loro identità unica. Difficile da fare con una madre, ma anche con un amico così intimo da essere un altro noi. Eppure è l’unica strada, quello che tento di fare con la scrittura: farmi attraversare dalle persone di cui racconto, essere solo un mezzo per dar loro vita un’altra volta. Vorrei aiutarvi con queste parole a non smettere di cercarle, di capire, di sentirle vicine. No, cara Raffa, avevo letto il libro molto bello di Dacia Maraini, ma La bestia nel cuore è partito da una piccola notizia di cronaca e da tante mie riflessioni sull’argomento.

 
I vostri commenti
Il commento di robbi 16 settembre 2008


il dolore non si può superare, e secondo me,non si deve. Lo si accoglie,e lo si cura, come una mamma il suo figlio, perchè col tempo, non svanisce, si modifica.... e tanto più grande esso è, tanto maggiore sarà la gioia nel vederlo trasformarsi quando un'altra dimensione ci richiamerà....perchè il nostro compito è stato eseguito e per una volta anche la Scienza non potrà che confermare ...... "ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria"(3° principio della dinamica) lo diceva Newton, non io la mia speranza e la mia fede sono più grandi del mio dolore PS x mamma:(da qui nacque la poesia "l'abbraccio") un bacio PS2 : grande Don Matino, e dopo lourdes portatela in Peru ora (eheheh, scherzo)


 
Il commento di valentino scuratti 11 settembre 2008


Gentile e cara Cristina, forse con pietose bugie? con silenzi e musiche arcani? o con cene ed abbracci bagnati di pianto?


 
Il commento di Cristiana 9 luglio 2008


Ciao Cristina. Non riuscirei a darti del tu se ti incontrassi per strada, non per l'età, ma per la forza e la sensibilità che fanno di te una persona "grande". Mi trovo in sintonia con quel che dici sul fatto che ci si deve far attraversare dalle esperienze degli altri, dalle loro vite, belle o brutte che siano, in modo da poter far rivivere, riproporre, quello che ci ha arricchiti. Ho scritto un libro su mia nonna due anni dopo la sua morte ed ora sono libera, libera di pensare a lei, libera di parlarne e di parlarle ancora. Il libro è stato pubblicato dalla Aletti editore e sono sicura che c'è lo zampino della nonna! Mi butto... tanto nella vita bisogna fare così: ti potrebbe interessare leggere il mio libro?Potrebbe essere un film?ah ah


 
Il commento di Luciano 11 giugno 2008


Cara Cristina, stavo oziando al computer in un momento di sconforto rispetto alla mia passione per la recitazione che non ora non trova sfoghi quando mi sono imbattutto nel tuo blog e ho deciso di scriverti. Ho letto l'illusione del bene qualche mese fa e, come sempre qundo leggo i tuoi libri, mi ha molto emozionato. L'ho letto tra l'altro al ritorno a New York, dove vivo da dieci anni, dopo un viaggio in Italia. Successivamente ho scritto un "critical review" del libro per un corso di master che sto facendo a New York. Se vuoi te lo posso mandare... Non molto tempo fa ti avevo mandato del mio materiale, non so se lo hai mai ricevuto. Aspetto un altro tuo film... Ciao. Luciano


 
Il commento di elena 5 maggio 2008


Carissima signora Comencini, da giorni sto al computer per cercare di sapere, attraverso il suo sito e i vari link, dove posso trovare il dvd della pièce che mi ha emozionata talmente tanto, Due Partite. Non l'ho vista a teatro, ma casualmente la scorsa settimana su Palcoscenico Rai. Da allora mi sono prefissata una sorta di missione: riunirmi con tutte le amiche e le rispettive madri e nonne, e riguardarlo tutte insieme. Per favore, potrebbe gentilmente dirmi se è in commercio un dvd della rappresentazione teatrale e dove posso trovarlo? Abito vicino a Milano. La ringrazio infinitamente per le emozioni che mi ha regalato, le risate e le lacrime che vorrei tanto condividere con le amiche che amo. Con stima sincera Elena


 
Il commento di marco 20 marzo 2008


Cristina, volevo farti i miei complimenti per la nomination come miglior regista ai prossimi David di Doantello! Quando ho letto il tuo nome sono stato molto felice perchè te la meriti: come mi è già capitato di dirti, il film è davvero molto bello. Brava!


 
Il commento di NADIA 5 marzo 2008


Dato il termine della turnè delle 2 partite...se qualcuno avesse nostalgia potrà venirci a vedere l'8 marzo al teatro "Fellini" di Rozzano (M)....magari non saremo brave come le originali, ma saremo pronte comunque a stupirvi!!!! Ciao a tutti.


 
Il commento di Umberto Cornale -Fotografo D'Arte di Vicenza 20 febbraio 2008


Cara Cristina, ho visto il tuo film "Bianco e nero" e sono rimasto molto colpito dalla bellezza dell'Opera. Mi sono molto sentito vicino. Anch'io ho realizzato un lavoro storia in sequenza fotografica "La Marcia delle rose" foto in bianco/nero partito da Vienna, dedicato al razzismo, di cui sento il pericolo di un antico ritorno. Complimenti. Credo molto nella tua Arte. Cordiali saluti Umberto Cornale P.s Se vuole vedere il mio sito www.umbertocornale.it non vedra' l'ultimo lavoro è in fase di conclusione.


 
Il commento di laura 15 febbraio 2008


cara cristina, un anno fa ho sentito a rai tre (damasco) un tuo commento su La ricerca del tempo ... nel quale consigliavi una lettura diversa.Dicevi che per apprezzare il libro bisogna iniziare da ...?Ho chiesto a rai3 ma per problemi tecnici non sono riusciti a dirmi quale. Ti auguro ogni bene e ti ringrazio per l'attenzione. Laura


 
Il commento di giorgio bettinelli 12 febbraio 2008


Ciao Cristina, limitrofa avventurrrrrriera di blog; cominciato come si deve l'anno? Buttato quello che si doveva buattare giu' dalla finestra? Qui a Taiwan capodanno cinese appena finito, e tutto in ordine nel cuore. Ti abbraccio anche se non ti conosco ancora. Giorgio


 
Il commento di ARMANDO GARBARINI 11 febbraio 2008


Salve Cristina ci tengo a farle i complimenti per la sua arte. Per quanto riguarda il dolore io sto cecando di superarlo da solo no per scelta ma perchè anch'io da artista che vuole emergere sono lasciato solo con i miei sogni ma da soli in questa vita e soprattutto in questa societa'non si fa niente...proprio niente. Aspetto mai con le mani il mano ma arriverà un giorno che morirò dentro e quindi anche fuori. io sono un poeta che cerca solo una possibilità di un grande editore dopo due libri con piccoli editori ma è impossibile se non conosci qualcuno, per me questo è un grande dolore immenso!un abbraccio Armando


 
Il commento di Raffa 6 febbraio 2008


Ha ragione quando dice che bisogna togliersi di mezzo - quanto è difficile! - per far vivere le persone che non ci sono più....ma quello che è più impegnativo e più grande è di farle esistere quando sono con noi (da ragazza non pensavo neanche che una madre ce l'avesse una vita!). Non è solo un mestiere in cui riuscire, si tratta dell'esistenza stessa, forse la migliore possibile. Ho saputo che fra gli altri a cui lei ha dato voce ci sono anche gli operai di una fabbrica, cosa per cui Bertinotti l'ha lodata in un trasmissione di rai3. Aspettiamo di vedere anche questo suo lavoro e di leggerla riguardo il suo nuovo progetto teatrale. Un abbraccio


 
Il commento di Elena 5 febbraio 2008


ho divorato tutti i tuoi libri, mi piace la tua scrittura, smuove le emozioni più profonde, in modo semplice e diretto , ho scoperto il cinema più tardi e contrariamente a quanto forse spesso accade non mi ha deluso, al contrario vi ho ritrovato la stessa emozione. grazie, hai un talento straordinario! Elena


 
Il commento di Davide Erre 1 febbraio 2008


Il tuo pensiero è stato rapido e premuroso. Il mio sfogo forse troppo passionale, a distanza di tanto tempo che non partecipavo al tuo blog. Domani sarò in pizzeria per una rimpatriata con i "vecchi" amici, reduci di tante gioie condivise. Mi piacerebbe venisse fuori quell'atmosfera particolare in cui malinconia ed allegria si mescolano e si alternano, entrambe rispettose dei rispettivi spazi. Grazie, Cristina


 
 Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
 L'Italia non è un paese per donne
 Un nuovo film e un progetto molto importante
 Tornata.... finalmente.
 Un nuovo romanzo
 Giugno 2010
 Marzo 2010
 Dicembre 2009
 Febbraio 2009
 Ottobre 2008
 Luglio 2008
 Marzo 2008
 Febbraio 2008
 Gennaio 2008
 Novembre 2007
 Ottobre 2007
 Settembre 2007
 Luglio 2007
 Maggio 2007
 Aprile 2007
 Marzo 2007
 Febbraio 2007
 Maggio 2006
 Aprile 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Gennaio 2005
 Novembre 2004
 Ottobre 2004
 Settembre 2004
 Agosto 2004
 Luglio 2004
copertina

Lucy
Compra su lafeltrinelli.it
Compra l'ebook - Epub
Compra l'ebook - Pdf
 La scheda autore di Cristina Comencini