Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
9 dicembre 2021
In Universale Economica
Pino Cacucci: blog per viandanti
Le mosche non possono avere torto 15 settembre 2008


Ogni volta che l’evanescente opposizione prova a mormorare mestamente – moderatamente - qualcosa, si sente rispondere in tono roboante: “Il 67% degli italiani è d’accordo con noi!”. Cioè, la maggioranza ha sempre ragione.
Ora, a parte il fatto che ci si riferisce a sondaggi – cioè a imbecilli che rispondono ai sondaggisti, ai quali personalmente rispondo sempre “vai a lavorare, fallito” – sbandierare il fatto che la maggioranza è favorevole a quanto sta accadendo, equivale a dire che la merda è buona da mangiare, perché miliardi di mosche non possono avere torto.
La maggioranza dei tedeschi elesse Adolf Hitler e rimase fermamente convinta che avesse ragione fino alla fine.
Mussolini, invece, non andò al potere vincendo le elezioni, ma è indubbio che la maggioranza degli italiani negli anni trenta, e almeno fino ai primi rovesci dall’entrata in guerra, fosse a lui favorevole.
I russi sostennero maggioritariamente Stalin e ancor oggi, maggioritariamente, sostengono un suo derivato.
I “georgiani” – ammesso che esistano - hanno votato maggioritariamente per uno scellerato irresponsabile che avrebbe volentieri trascinato mezzo mondo in una guerra semimondiale solo per gli interessi di un buco del culo di mulo chiamato “Georgia”.
E così via, l’elenco potrebbe continuare all’infinito.
Le mosche hanno ragione. Anche in Italia sono la maggioranza. Quindi, la merda è buona da mangiare.
 
I vostri commenti
Il commento di PierSuvio 18 febbraio 2009


Dottor Cacucci...è un pò troppo polemico!!! giustamente il papa - e lei in modo pernicioso lo attacca in stampa rassegnata - nega l'olocausto...fra qualche anno si negherà anche la guerra di liberazione in italia...La smetta per cortesia


 
Il commento di coda di lupo 27 ottobre 2008


grazie piersuvio...non temere! i giovani che come me sono abituati ad andare avanti e magari a far qualcosa per cambiare le cose sono tanti...solo che non si sentono perchè non passano il tempo a lagnarsi rumorosamente!!!


 
Il commento di PierSUVio 27 ottobre 2008


Per Coda di Lupo : complimenti!!! il tuo post mi dà forza...in questi giorni, con le arie( uragani) di crisi, sto vedendo giovani su giovani che si squagliano come gelato al sole, non hanno l'abitudine a soffrire e ora, con cassa integrazione, chiusure e altro (cose poi sempre avvenute) sono disperati...la tua riflessione invece mi da un punto di speranza...


 
Il commento di coda di lupo 26 ottobre 2008


rispondo ad andrea...AMMAZZA CHE CODA DI PAGLIA!..ebbene sì...vai a lavorare..come te ho ventisette anni come te mi sono appena laureata(tra l'altro da 2 giorni!) ma a differenza tua ho sempre dovuto lavorare ma lavorare davvero.Al contrario di te io mi sono sempre fatta il culo! ti lamenti della "misera paga"? io ho fatto la cameriera e pagano più di 3 euro l'ora!ma sai perchè?PERCHE' E' UN LAVORO!!!MA FORSE LA TUA PICCOLA MENTE BORGHESE NON LO CONCEPISCE COME TALE! al contrario di te non credo che la laurea ti dia l'immunità dalla fatica, al contrario di te non cerco alibi lagnose...tirati su le maniche e vai a lavorare te lo ripeto ancora.insomma al contrario di te io ho ancora una dignità e ti assicuro....non ha prezzo!


 
Il commento di Andrea 18 settembre 2008


"vai a lavorare, fallito" è una frase più da cumenda milanese che da ribelle...ho 27 anni, mi sono laureato e l'unico lavoro che ho trovato in questo paese di merda, che intanto mi sembra ti dia da mangiare, è proprio quello di sondaggista, lavoro che definire precario sarebbe già un successo, visto che è pagato a cottimo (a intervista finita), e visto che per 3 schifosi euro ci si deve sorbire tutta la simpatia intollerante di persone come te (solo che magari loro votano berlusconi...). Niente da dire, se il livello dei ribelli in italia è il tuo, non mi meraviglia che questo paese vada così come va...


 
Il commento di PierSilvio 17 settembre 2008


Io invece rispondo esattamente il contrario di quello che penso, quando qualcuno mi fa un sondaggio...però andiamo a lavorare noi che siamo falliti!!!


 
Il commento di PierSilvio 17 settembre 2008


Non ho mai votato comunista, sono di sinistra (ma quale ?)...ma mi chiedo : nel 75-76 o giù di li il 33 % degli italiani votata PCI, cioè un italiano su tre, dove sono finiti tutti ?


 
 Pino Cacucci: blog per viandanti
 ciao don Gallo
 tradurre è...
 Libia, ma che bel risultato...
 Il lungo addio di Laura Grimaldi
 Maggio 2013
 Aprile 2013
 Settembre 2012
 Luglio 2012
 Agosto 2011
 Giugno 2011
 Maggio 2011
 Aprile 2011
 Giugno 2010
 Febbraio 2010
 Maggio 2009
 Aprile 2009
 Febbraio 2009
 Settembre 2008
 Maggio 2008
 Gennaio 2008
 Novembre 2007
 Settembre 2007
 Luglio 2007
 Giugno 2007
 Maggio 2007
 Febbraio 2007
 Gennaio 2007
 Novembre 2006
 Ottobre 2006
 Luglio 2006
 Maggio 2006
 Dicembre 2005
 Ottobre 2005
 Luglio 2005
 Giugno 2005
 Marzo 2005
 Ottobre 2004
 Luglio 2004
 Giugno 2004
 Maggio 2004
 Aprile 2004
copertina

La memoria non m'inganna
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Pino Cacucci