Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
5 dicembre 2021
In Universale Economica
La posta del cuore: il blog di Piero Degli Antoni
Il cognome dello zio 26 settembre 2008


Così la Cassazione ha messo il suo timbro: i figli potranno avere il cognome della madre. Una battaglia in nome di un principio talmente ovvio ed evidente che non ci sarebbe nemmeno bisogno di discuterci sopra per un qualche decennio. Eppure, in questo trionfo di politically correct quasi nauseabondo, non riesco a intravedere la grandezza della conquista. Diciamo che mi lascia indifferente. Il cognome non è altro che una delle tante etichette che amiamo appiccicare addosso alle persone, come se qualche sillaba potesse racchiudere l'essenza di un uomo (o di una donna). In questo caso mi pare che le donne abbiano scimmiottato l'aggressiva possessività maschile, e abbiano voluto piantare sui propri bambini la bandierina per affermarne la proprietà. Il cognome non è importante: non basta chiamarsi Phelps per essere campioni di nuoto, e un qualsiasi Rossi può correre i cento metri in 9 e 9 (o adesso è 8?). Questa è l'ennesima dimostrazione di come annettiamo un'importanza eccessiva alla catalogazione delle cose invece che alle cose stesse: il che, a ben vedere, è la radice stessa di ogni razzismo. Picolla proposta: e se ai neonati dessimo il cognome dello zio?
 
 La posta del cuore: il blog di Piero Degli Antoni
 Giusto o sbagliato
 Il cognome dello zio
 Tutto è cominciato con "Tutta mia la città"
 Ottobre 2008
 Settembre 2008
copertina

Quel che non è stato
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Piero Degli Antoni