Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
22 aprile 2021
In Universale Economica
C'est Super! Il blog sul bien vivre di Piersandro Pallavicini
I CERVELLI SONO QUI! Una bella cosa sull'università italiana in questo momento Horror 23 ottobre 2008


Che momentaccio. La legge 133 (la finanziaria di Tremonti) tira una specie di mazzata in fronte all'Università italiana. Tagli mostruosi al personale, tagli mostruosi al fondo di finanziamento ordinario, la trasformazione in Fondazioni delle Università che lascia intravvedere lo spettro di università privatizzate a alto costo d'accesso... Un colpo gravissimo alla didattica e alla ricerca di gran qualità internazionale che, qui in Italia, nonostante i pochi soldi, riusciamo ancora a fare, grazie a una solida scuola scientifica e a una tradizione importante.
Allora un piccolo momento di luce, un flash di ottimismo. L'ho raccontato dentro un articolo che ho pubblicato il giorno 8 ottobre sul quotidiano locale La Provincia Pavese dove, come ogni mercoledì, esce la mia rubrichetta University Confidential.
Lo riprendo qui....



* * *

I CERVELLI SONO QUI

Ieri sera mi telefona un caro amico che è caporedattore di un importante magazine di fashion culture italiano. Sta preparando il numero di dicembre che conterrà la tradizionale panoramica sull’anno 2008. Una parte importante, mi dice, è qualcosa che potrebbe intitolarsi proud to be italian o giù di lì. Ma lui, al telefono, è disperato. “Di cosa mai possiamo dichiararci orgogliosi, in questo 2008? È stato un anno di vergogna e disperazione” piange. “La mafia, Alitalia, il razzismo, i rifiuti...”
“I cervelli che restano” lo interrompo io.
C’è un progetto finanziato dalla Regione Lombardia che coinvolge la nostra università, dedicato alla scienza dei materiali e alla biomedicina molecolare. Non ci sono cifre faraoniche in ballo: qualche borsa di dottorato, qualche assegno di ricerca. Ma il respiro è lo stesso ampio e ambizioso. Solo qui a Pavia sono coinvolti trentacinque dottorandi e post-doc, per quello che potremmo chiamare un percorso d’eccellenza. Cioè un insieme di corsi e seminari tenuti da scienziati di livello internazionale. I trentacinque ricercatori pavesi sono giovanissimi, l’età media è venticinque anni. Le loro ricerche spaziano dai nuovi materiali per le celle a combustibile all’uso di nanoparticelle per la fabbricazione di attrezzi medicali auto-sterilizzanti, fino allo studio della funzione dei telomeri, cioè quella parte dei cromosomi che pare abbia un ruolo nel preservare dall’invecchiamento. Nel progetto, oltre ai seminari degli scienziati ospitati a Pavia, ci sono anche i seminari tenuti dai giovani pavesi, e cioè il raccontarsi tra loro e in pubblico le proprie ricerche. C’ero in una di queste occasioni, all’inizio dell’estate. Ricordo distintamente di aver pensato: ma quale fuga di cervelli? Ricordo di essermi arrabbiato vedendo questi ragazzi brillanti e pavesissimi, accostandogli il battage scandalistico sulla presunta fuga all’estero di giovani scienziati italiani: come se qui rimanessero solo scartine o raccomandati. Provo a spiegarlo al mio amico caporedattore. “Questi ragazzi pubblicano sulle migliori riviste internazionali” dico. “Questi ragazzi hanno studiato qui, lavorano nei nostri gruppi di ricerca, e sono outstanding a livello mondiale”.
“Bello” conviene il mio amico. “Ma mica possiamo parlarne sulla rivista: non ci sarebbe niente di fashion in una notizia così. Nessun grosso nome, nessun volto noto...”
Lascio perdere. Idea sciocca. Niente di fashion, ne convengo. Nessuno scandalo per cui strapparsi le vesti, aggiungerei anche. Ma solo qualcosa da tenerci ben stretti al cuore quando, intorno a Natale, l’Italia 2008 sarà tutta raccontata come medaglie della Vezzali a Pechino e fratelli Muccino che sbancano a Hollywood.


 
I vostri commenti
Il commento di gianni biondillo 25 ottobre 2008


Ti ho rubato il post e messo in un commento su NI, qui: http://www.nazioneindiana.com/2008/10/25/la-lezione-degli-studenti/


 
 C'est Super! Il blog sul bien vivre di Piersandro Pallavicini
 Bar Trattoria Cento Torri, Pavia
 Un canzone per l'estate
 Da Portopeo, a Pavia: Mr. Stretta di Mano e Sguardo Altrove
 L'Unità, e l'interessante caso dei doveri dimenticati
 Settembre 2009
 Agosto 2009
 Maggio 2009
 Aprile 2009
 Marzo 2009
 Febbraio 2009
 Gennaio 2009
 Dicembre 2008
 Novembre 2008
 Ottobre 2008
 Settembre 2008
 Agosto 2008
 Luglio 2008
 Giugno 2008
 Super Restaurants
 entertainment
 cose
 Super Uomini
 scienza (bella, anzi: meravigliosa)
 Questo invece proprio no
copertina

Romanzo per signora
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Piersandro Pallavicini