Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
8 dicembre 2021
In Universale Economica
Arabi Visibili: il blog di Paola Caridi
Il ritorno di Mitchell 28 gennaio 2009


Piccola nota alla vigilia dell'arrivo in Medio Oriente di George Mitchell, neo-designato inviato speciale americano per il Medio Oriente, che il 27 gennaio ha messo piede al Cairo, prima tappa della sua nuova missione. Le aspettative sono tante, anche tra i più cinici, perché Mitchell è uno dei pochi inviati che ha lasciato un buon ricordo, perlomeno tra chi pensa a una soluzione giusta e durevole per il conflitto israelo-palestinese. La questione di fondo sono le "regole d'ingaggio" del senatore Mitchell. Il presidente Obama è stato chiaro, ha mandato pieno al tavolo negoziale, ma deve ascoltare e non dettare le condizioni. Questo significa, nei fatti, che la politica estera statunitense sarà bicefala. O per meglio, dire, il segretario di stato Hillary Clinton avrà limiti seri nella sua azione.

A chi riferirà, infatti, George Mitchell? A giudicare dal tempismo della sua nomina, riferirà a Obama e al consigliere per la sicurezza nazionale, il generale Jones, che non dovrebbe aver avuto una comunanza di idee - a quanto si dice -con un altro generale che è in Medio Oriente da un po' di anni, e cioè Keith Dayton, l'uomo che ha rafforzato i corpi di sicurezza legati al presidente Mahmoud Abbas, in funzione anti-Hamas.

Se Mitchell riferirà direttamente alla presidenza, e non al dipartimento di stato, ciò significa che il segretario Clinton, molto vicina alle posizioni israeliane, avrà non solo limitazioni, ma anche un contraltare piuttosto importante. Anche perché Mitchell il Medio Oriente lo conosce molto bene. Da molti anni.

Questo commento lo si può leggere anche sul blog personale di Paola Caridi, all'indirizzo http://invisiblearabs.blogspot.com/
 
 Arabi Visibili: il blog di Paola Caridi
 Gli Arabi Invisibili in piazza!
 Viva la web-rivoluzione tunisina!
 Fuori dai sotterranei (italiani)
 UN SILENZIO TROPPO RUMOROSO
 Gennaio 2011
 Novembre 2010
 Luglio 2010
 Marzo 2010
 Dicembre 2009
 Novembre 2009
 Ottobre 2009
 Settembre 2009
 Luglio 2009
 Giugno 2009
 Maggio 2009
 Aprile 2009
 Marzo 2009
 Febbraio 2009
 Gennaio 2009
 Dicembre 2008
 Ottobre 2008
 Settembre 2008
 Agosto 2008
 Luglio 2008
 Giugno 2008
 Maggio 2008
 Marzo 2008
 Febbraio 2008
 Gennaio 2008
 Dicembre 2007
 Novembre 2007
 Ottobre 2007
 Settembre 2007
 Agosto 2007
 Luglio 2007
 Giugno 2007
 Aprile 2007
 Marzo 2007
 Febbraio 2007
 Gennaio 2007
copertina

Hamas
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Paola Caridi