Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
9 dicembre 2021
In Universale Economica
Pino Cacucci: blog per viandanti
Wirikuta: multinazionale ottiene concessione per devastare la zona di Real de Catorce 6 maggio 2011


Wirikuta minacciata da devastanti miniere


Che cos’è?
Wirikuta (o Hiricuta) è il nome in Wixarika (la lingua parlata dal gruppo indigeno Huichol) della regione circostante lo storico paese di Real de Catorce, situato nel nord dello stato messicano di San Luis Potosí. Si tratta di una regione di particolare rilevanza planetaria per l’insieme del suo patrimonio culturale e naturale.

Che cosa sta succedendo?
Il Ministero dell’Economia ha fornito 22 concessioni minerarie – alcune delle quali risalenti a oltre un secolo fa e altre ad anni più recenti – per l’estrazione dell’argento in Wirikuta, il luogo sacro del Popolo Wixárika. Questo non è stato minimamente consultato, contravvenendo così alla legislazione vigente in Messico.
Più del 60% delle concessioni assegnate si trovano nel territorio della Riserva naturale e culturale di Wirikuta, protetta in quanto classificata come zona di sfruttamento sostenibile dell’agricoltura, di recupero, di sfruttamento speciale e di uso tradizionale. La parte prevista per l’attività mineraria ha tali restrizioni che renderebbe impossibile un’operazione del tipo di quella prevista dalla First Majestic.
Dal 1999, inoltre, Wirikuta è stata dichiarata dall’UNESCO uno dei 14 siti naturali sacri del mondo che devono essere protetti.
Questa situazione, assieme ad alcune politiche pubbliche applicate in diversi stati del paese, hanno prodotto una serie di violazioni dei diritti umani fondamentali del popolo Wixárika, accompagnate dalla distruzione di alcuni siti sacri.
Parlare di Wirikuta, significa riferirsi a un territorio vivo in cui, lungo un’antichissima rotta tradizionale, il popolo Wixárika ricrea il cammino degli antenati affinché continuino ad ardere le candele della vita. Lungo questo percorso ci sono fonti sacre e luoghi in cui vivono e parlano gli antenati, lo stesso cammino e ogni passo sono sacri. [Si tratta del tragitto attraverso il deserto che conduce, in sacro pellegrinaggio da compiere preferibilmente a piedi, gli indigeni Huicholes dallo stato di Nayarit, dove vivono, fino al Cerro Quemado, la loro montagna sacra posta nella Sierra de Catorce, a 4/500 chilometri di distanza].

Il contesto
Il deserto Chihuahuense, eco-regione in cui è situata, è una delle tre aree semidesertiche biologicamente più ricche del pianeta. Wirikuta ospita una notevole biodiversità di flora e di fauna, e si distingue per le cactacee, i rettili e gli uccelli; in particolare, qui vivono esemplari di Aquila Reale, simbolo vivente del Messico, specie che è in cima alla lista del programma nazionale di conservazione di specie prioritarie.
A Real de Catorce e dintorni, inoltre, vi è il maggior numero di siti con valore storico patrimoniale dello stato di San Luis Potosí: costruzioni, fattorie, lastricati e acquedotti. Vi si trovano importanti vestigia paleontologiche e archeologiche, tra le quali la più antica orma umana scoperta in Messico, risalente a circa 31.000 anni fa.

Petizione. Che cosa vogliamo come Frente?
1) Che venga rivista l’attività mineraria nella zona di Wirikuta, data la sua importanza eco-culturale, e in maniera particolare, le concessioni acquisite dall’impresa First Majestic Silver Corporation.

2) Che la SEMARNAT- CONANP (Ministero dell’Ambiente e delle Risorse Naturali – Commissione Nazionale delle Aree Naturali Protette), conceda alla Riserva Statale la categoria di Area Naturale Protetta Federale (c’è un decreto di Area Naturale protetta del Governo di San Luis Potosí).

3) Che l’INAH (Istituto Nazionale di Antropologia e Storia) dichiari la zona nord della Sierra de Catorce come Paesaggio Culturale.

4) Accelerare i lavori che l’associazione Conservación Humana AC, in coordinamento con la Direzione del Patrimonio Mondiale dell’INAH, stanno portando avanti per ottenere la nomina del Cammino a Wirikuta nella Convenzione del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

5) Produrre campagne di informazione e per la presa di coscienza sia livello mondiale, che a livello locale nella Sierra di Catorce e tra le comunità Wixaritari.

6) Creare progetti di sviluppo sostenibili e alternativi alla miniera tossica nella Sierra di Catorce e in Wirikuta.


Come puoi aiutare:

Firmare lettere alle autorità nei seguenti siti:

http://www.salvalaselva.org/mailalert/650/plata-para-el-mercado-global-destruccion-para-los-huicholes-en-mexico
e
http://salvemoswirikuta.blogspot.com/2010/12/cultural-survival-frenan-la-mina-y.html

Firmare la petizione
http://www.thepetitionsite.com/2/proclamation-in-defense-of-wirikuta/


Mantenersi in contatto con la posta elettronica

Ulteriori informazioni:
Español
http:// frenteendefensadewirikuta.org
http://venadomestizo.blogspot.com
http://salvemoswirikuta.blogspot.com

Ingles
wixarika.mediapark.net/en/index.html
theesperanzaproject.org/tag/wixarika/
 
I vostri commenti
Il commento di franca Maria 3 giugno 2012


Confesso, non la conoscevo. Ieri mia nipote ha trovato il suo "Nessuno può portarti un fiore" per la strada e me lo ha regalato.Le coincidenze! anche io sono una bastian contraria. Conoscevo la poesia di Carlo Giuliani per il quale scrissi una poesia. Ho letto il libro di Carlo Gubitosa "Genova nome per nome. Le lascio un saluto. Franca Maria Bagnoli.


 
Il commento di Lara Galli 30 giugno 2011


ciao pino, ho letto adesso il testo e sono rimasta ancora un avolta sbalordita, vivo in messico e qui non se ne sa niente!!!! non se ne parla! adeso inizio a informarmi e diffondere!!! che vergogna!


 
Il commento di denis 16 giugno 2011


FERMIAMO QUESTI MAIALI IN NOME DEGL'INDIOS HUICHOLES E DEL DESERTO!


 
 Pino Cacucci: blog per viandanti
 ciao don Gallo
 tradurre è...
 Libia, ma che bel risultato...
 Il lungo addio di Laura Grimaldi
 Maggio 2013
 Aprile 2013
 Settembre 2012
 Luglio 2012
 Agosto 2011
 Giugno 2011
 Maggio 2011
 Aprile 2011
 Giugno 2010
 Febbraio 2010
 Maggio 2009
 Aprile 2009
 Febbraio 2009
 Settembre 2008
 Maggio 2008
 Gennaio 2008
 Novembre 2007
 Settembre 2007
 Luglio 2007
 Giugno 2007
 Maggio 2007
 Febbraio 2007
 Gennaio 2007
 Novembre 2006
 Ottobre 2006
 Luglio 2006
 Maggio 2006
 Dicembre 2005
 Ottobre 2005
 Luglio 2005
 Giugno 2005
 Marzo 2005
 Ottobre 2004
 Luglio 2004
 Giugno 2004
 Maggio 2004
 Aprile 2004
copertina

La memoria non m'inganna
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Pino Cacucci