Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
23 ottobre 2020
In Universale Economica
Fenomeni e fonemi: il blog di Tommaso Giartosio
"Senza verso" di Emanuele Trevi 17 novembre 2004


Ho appena letto il nuovo libro di Emanuele Trevi, "Senza verso" (Laterza). Un'estate rovente, quella del 2001; una Roma stratificata; e il ricordo di un poeta importante come Pietro Tripodo.

E' il libro in cui Emanuele tenta di coniugare Marte, non con Venere, ma con Saturno. L'America di Thomas Pynchon e David Foster Wallace (ma anche di John Fante), cronachista di nuove iperboliche catastrofi, sposa l'Europa di Thomas Bernhard ma soprattutto di W. G. Sebald, angelo della storia con lo sguardo rivolto al passato.

Matrimonio assolutamente atteso, anche se Trevi lo celebra benissimo. Io sento la mancanza di Venere, e di Mercurio. (Ma l'Europa non era proprio Venere? Boh.)

"Senza verso" è anche un libro autobiografico, e questa nuova via verso l'autobiografia - lastricata di letture - mi interessa molto. Per me l'archetipo del genere rimane "L'invenzione della solitudine" di Paul Auster (non a caso, un ebreo americano: ecco le nozze).

Per chi volesse leggere qualcosa di Pietro Tripodo:
http://www.losciacallo.it/Archivio/Sciacallo1/page14.html
 
I vostri commenti
Il commento di Antonio Finelli 2 dicembre 2004


"Senza verso" è il movimento sotterraneo dell'animo. Cripte, catacombe,cloache,ipogei sono i luoghi del profondo, del poetico inconscio dove attingere l'energia per resistere all'afa, alla calura insopportabile della superficie. Ma anche un racconto dove il genius loci di questo quartiere,l'esquilino,dove abito da oltre 20 anni è stato colto con efficacia. Dove la linearità razionale dei palazzi umbertini si erige sulle masse informali del passato remoto.


 
 Fenomeni e fonemi: il blog di Tommaso Giartosio
 Morte di un ragazzo
 Il senso dell'arca
 La città e l'isola (e la sala stampa)
 Invito al viaggio
 Giugno 2006
 Maggio 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Gennaio 2006
 Dicembre 2005
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Settembre 2005
 Agosto 2005
 Luglio 2005
 Giugno 2005
 Maggio 2005
 Aprile 2005
 Marzo 2005
 Febbraio 2005
 Gennaio 2005
 Dicembre 2004
 Novembre 2004
 TG in giro per la rete
 Saggi e articoli su "Perché non possiamo non dirci"
 Linguaggio
 Letteratura
 Omosessualità
 Mondo
 L'Infinito Quotidiano
copertina

Perché non possiamo non dirci
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Tommaso Giartosio