Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
9 dicembre 2021
In Universale Economica
Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
Saluti... 3 gennaio 2005


Sì, Valentina, sto per cominciare il film e non ho più avuto tempo di scrivere. Grazie per gli auguri. Il 5 gennaio parto per la Virginia. Chi ha letto il libro sa che è in quella regione degli Stati Uniti che vive Daniele. Comincerò dunque il film dalla parte piò intensa: l’incontro dei due fratelli, la confessione di Daniele a Sabina. Così è il cinema, si gira a pezzetti, secondo le convenienze, gli spostamenti, gli attori… Il regista deve tenere l’ispirazione malgrado lo spezzettamento, non perdere mai di vista l’intero arco narrativo. Molto diverso dal libro che procede goccia a goccia, si scrive un giorno dopo l’altro, come lo leggerà il lettore. Ho fatto le prove costumi degli attori, ho trovato tutti i luoghi del film. Ora li ho nella mente quando penso alle scene, a come le girerò. Abbiamo scelto le macchine da presa, le luci. Ho fatto una lettura con tutti gli attori per mettere alla prova il testo, le battute. Così vi devo lasciare, solo temporaneamente spero. Intanto intorno al dieci gennaio partirà il blog del film. Cercheremo di raccontarvi quello che succede durante le riprese e come procede il lavoro… pensatemi e scrivetemi perché avrò il tempo (spero) di leggervi.
 
I vostri commenti
Il commento di claudia 2 febbraio 2006


In tutta sincerità ho torvato meglio il libro del film. Il libro è comunque splendido. Umano. Vissuto. Una carezza alle nostre "bestie" nel cuore. Un saluto, claudia


 
Il commento di cecilia 8 ottobre 2005


salve a tutti..anche io ho visto il film e dire che mi è piaciuto tanto è poco!..congratulazioni..aspettiamo con ansia il prossimo!!!;)..ne approfitto per salutare tutti i miei amici che verranno a visitare il sito..baci ceee(nerz)


 
Il commento di nino 5 ottobre 2005


ho visto il film domenica scorsa.è fantastico!complimenti a te e agli attori!alla fine mi sono proprio sciolto,ho pianto un bel po'...penso sia d'aiuto a chi, come la protagonista, debba affrontare un "problema" cosi grande.difficilmente la ferita si chiude ma si po un tantino lenire...


 
Il commento di Gloriana 27 gennaio 2005


Cara Cristina, a quanto pare sei più impegnata di quanto potevi pensare. Peccato! Ora che avevo cominciato a scriverti e volevo chiederti tante cose.Comunque ho scoperto che sei già in Inghilterra. Questa parte devi averla aggiunta per il film perché nel libro Daniele non si muove dalla Virginia. Mi piacerebbe parlare con te del tuo lavoro ma non importa se non puoi rispondere, continuerò a scriverti ogni tanto. Buon lavoro Gloriana


 
Il commento di Gloriana 15 gennaio 2005


Ciao Cristina, un saluto al volo prima di andare in classe dove ho fatto cominciare la lettura del tuo libro. Così io posso assaporarlo di nuovo e scoprire sfumature che mi sono sfuggite. Sei molto indaffarata vero? Anche per questo non ti ho più scritto, per non assillarti. Eppure avrei tante cose da dirti, da chiederti. Le rimando a quando avrai più tempo per rispondere. Buon Lavoro Gloriana


 
Il commento di Valentina 13 gennaio 2005


Non deve essere facile questo zapping delle emozioni...ma hai per le mani degli attori molto ispirati e capaci...ti aiuteranno... Ma racconta, racconta...aprici una finestra sul mondo di Sabina e Daniele... Mi metto in ascolto. Valentina


 
Il commento di Supercri82 11 gennaio 2005


Cara Cristina che bello "risentirti"dopo un lungo periodo!Penso sia difficile girare le scene in maniera sfasata, dev'essere complicato riuscire poi a dar un senso coerente al film intero,ma mi sa che tutti le pellicole si evolvono così.Probabilmnte la fase di montaggio è la più faticosa!In bocca al lupo e a presto!


 
Il commento di Gloriana 8 gennaio 2005


Io sono una che lavora con la fantasia. Di solito vivo in due mondi paralleli, a volte anche tre: la realtà,la vita dei personaggi dei libri che leggo e quella dei libri che scrivo.Adesso si è aggiunta una dimensione nuova.Quella del tuo set!Forse a quest'ora avete gia finito di girare.Ti sarà piaciuto il lavoro di oggi?Mentre io leggevo le tue parole forse qualcuno degli attori le recitava,tu le ascoltavi,le facevi ripetere,io le rileggevo... Quante dimensioni della realtà si stanno stratificando nella mia vita!Mi è venuta in mente una frase di Ennio Flaiano: la riduzione di un testo narrativo è tanto più bella quanto più è infedele.E tu sei nella condizione privilegiata di essere fedele e infedele al testo nello stesso tempo!Buon lavoro


 
Il commento di Gloriana 8 gennaio 2005


Ciao Cristina, avevo deciso di non leggere il libro prima di vedere il film per non immaginarmelo a modo mio. Ma non ci sono riuscita. Ho letto le prime pagine per inquadrare i personaggi e poi sono passata direttamente all'incontro di Daniele con Sabina. Faccio sempre così di solito, leggo a brandelli, poi mi piace ricostruire la storia, tornare indietro rileggere... Stavolta però voglio leggere le scene che stai girando, è come se fossi sul set con te, sento la voce di Luigi mentre racconta la storia di Charlottesville, vedo i suoi occhi obliqui e lo sguardo terso di Giovanna attraversato da un segreto tormento. Sento anche le battute che tu dicevi di voler aggiungere per descrivere le costruzioni neoclassiche. (continua)


 
Il commento di silvio 8 gennaio 2005


Cara Cristina sto seguendo il tuo Blog dall'inizio e trovo che sia stata un'idea bellissima...Saperti all'opera su "qualcosa" che mi ha emozionato profondamente mi suscita un misto di ammirazione e di apprensione, ma poi basta che ricordi il tuo sguardo determinato e forte e sento che andrà tutto bene... Forza Cristina è come se tutti noi fossimo lì con te.


 
Il commento di Gloriana 7 gennaio 2005


Giuro che questo è l'ultimo! Ma è così bello parlare con te! Perché leggendo i tuoi precedenti commenti è come se rispondessi anche a me. Chissà se ne avrai il tempo. Invidio un po' Cristina che il 9 novembre ha proprio dialogato in "diretta" ricevendo subito la risposta, e Valentina che ti ha scritto tante volte. Dovevo decidermi prima. Spero che troverai un po' di tempo e che magari ti interessi rispondermi. Sono una che divaga e dice poco, diventerò più sintetica. Tu come scrivi? A brandelli come me o segui l'ordine degli eventi? E la trasposizione del romanzo come l'hai realizzata? Cosa hai dovuto trasformare cambiando mezzo di espressione? Non ti chiedo più niente.Buona notte, anzi per te buon pomeriggio Gloriana


 
Il commento di Gloriana 7 gennaio 2005


Ciao Cristina, sono di nuovo io, non pensavo di avere così pochi caratteri a disposizione e mi sono finiti sul più bello. Questo mi ha smontato e non ho pensato di usare un altro messaggio. Invece mi sono messa a scrivere e ho finalmente completato un racconto che si trascinava da tempo. Scrivendo ho ripensato al cinema che si gira a pezzetti come hai detto tu. Io scrivo a pezzetti, partendo dal nucleo di emozioni più forti e poi da lì la storia si dirama e, appena prende corpo, scrivo subito il finale. Dopo, un tassello ogni tanto completo caratteri, vicende. Metto sempre la data e poi la riporto nella mia copia del libro, così scopro che certe pagine sono costruite come un puzzle con piccole inserzioni anche a distanza di mesi.


 
Il commento di Gloriana 7 gennaio 2005


Ciao Cristina! Sono una nuova acquisizione, anche se ho seguito fin dall'inizio le tue "conversazioni" con il pubblico. E' bellissimo questo rapporto diretto con chi crea il film, e ancora più interessante perché la storia nasce da un tuo libro. Io sono insegnante di lettere in un liceo e guido un laboratorio sulla comunicazione nel teatro e nel cinema che passa anche attraverso la scrittura di testi da parte dei ragazzi o la riduzione di opere di narrativa. Perciò sto seguendo con un interesse tutto mio l'elaborazione di questa tua opera. E' finito lo spazio, ma ti scriverò ancora. Buon lavoro Gloriana


 
Il commento di giorgia 5 gennaio 2005


Ciao Cristina, è la prima volta che partecipo ad un blog, ma leggere i tuoi racconti di quanto stai preparando, di quello che già vedi guardando i tuoi attori, di quanto già sta prendendo forma mi ha emozionato. Non so dirti perchè, ma le emozioni sono quello che rendono la nostra vita degna di questo nome e vanno seguite, ovunque portino. Spero che riuscirai a scrivere, nonostante gli impegni e a far sentire anche così, a distanza, a chi non potrà vedere e vivere in prima persona, l'emozione di qualcosa che cresce e prende forma tra tanto entusiasmo, energia ed eccitazione. Dev'essere una sensazione molto forte.


 
 Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
 L'Italia non è un paese per donne
 Un nuovo film e un progetto molto importante
 Tornata.... finalmente.
 Un nuovo romanzo
 Giugno 2010
 Marzo 2010
 Dicembre 2009
 Febbraio 2009
 Ottobre 2008
 Luglio 2008
 Marzo 2008
 Febbraio 2008
 Gennaio 2008
 Novembre 2007
 Ottobre 2007
 Settembre 2007
 Luglio 2007
 Maggio 2007
 Aprile 2007
 Marzo 2007
 Febbraio 2007
 Maggio 2006
 Aprile 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Gennaio 2005
 Novembre 2004
 Ottobre 2004
 Settembre 2004
 Agosto 2004
 Luglio 2004
copertina

Lucy
Compra su lafeltrinelli.it
Compra l'ebook - Epub
Compra l'ebook - Pdf
 La scheda autore di Cristina Comencini