Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
23 ottobre 2020
In Universale Economica
Fenomeni e fonemi: il blog di Tommaso Giartosio
Teo Lorini e Massimo Adinolfi su "Perché non possiamo non dirci". 26 marzo 2005


Ho creato, come vedete, una nuova sezione: "Saggi e articoli su 'Perché non possiamo non dirci'." Inserisco una recensione di Teo Lorini apparsa sull'ultimo numero di "Pulp Libri" (ringraziando l'autore e la rivista per aver permesso la riproduzione).

E per fare ordine, risegnalo (ne avevo parlato in un post sulla procreazione assistita) il saggio di Massimo Adinolfi sul mio libro. Si può leggerlo qui:

http://capodivisionetuzzi.splinder.com/post/4300678

ma anche qui:

http://www.pordenonelegge.it/weblogs/leggere/archives/2005/03/tommaso_giartos.html#more



-----


Tommaso Giartosio

"Perché non possiamo non dirci. Letteratura, omosessualità, mondo"

Feltrinelli, pp. 200, euro 15,00

Il lettore non deve farsi ingannare dall’espressione spensierata dei due marinaretti che sorridono dalla bella foto di copertina: nella doppia negazione che fa da titolo al saggio di Tommaso Giartosio c’è già la cifra di un ragionare appassionato e metodico che non si accontenta, (meglio, non può accontentarsi) né si ferma alle formulazioni abusate e alle soluzioni rassicuranti.

L’autore ha scelto la forma del dialogo per un’approfondita esplorazione di problematiche e suggestioni che, muovendo dal triangolo “Letteratura, omosessualità, mondo”, investono ed esaminano identità e ambiguità, teoresi e contraddizioni, poesia, politica, dolore, speranza, consapevolezza e molto altro ancora. Giartosio richiama l’attenzione su ciascuno dei soggetti trattati senza fornire soluzioni, ma casomai catalizzando il dubbio e con esso il bisogno di documentarsi e riflettere oltre la superficie delle cose.

Il risultato è un volume nello stesso tempo ricco e ‘arricchente’ -un indice dei nomi non avrebbe nuociuto-, forse scomodo, mai conciliante (penso ad esempio all’interpretazione di "Inferno XV" -l’incontro con Brunetto Latini-, che certo farà aggrottare la fronte a più di un filologo, ma che evoca, per la finezza e l’attenzione alle infinite assonanze e suggestioni del testo dantesco, la lettura borgesiana dell’episodio di Ugolino). Ma soprattutto un testo dotato di un’indipendenza di giudizio preziosa e non scontata. E fra i tantissimi stimoli proposti in queste pagine è particolarmente bello il ricordo di un grande pensatore come Mario Mieli e dei suoi "Elementi di critica omosessuale": “un vulcano di lampi, assiomi, contraddizioni”, una “avventura intellettuale spericolata e un po’ assurda” che ben si accorda con l’indipendenza e la ricchezza di "Perché non possiamo non dirci".

Di libri come questi, poliedrici, acuti, vertiginosi, c’è davvero bisogno oggi, per ripensare, sulla scorta e l’esortazione di Giartosio, un mondo e una “modernità” dove l’identità gay, può diventare un rifugio accogliente ma anche (come dimostra la recentissima cronaca politica) un paravento per celare nuove barriere e discriminazioni rinnovate o -peggio- rinvigorite.

Teo Lorini

"Pulp libri" 54 (marzo-aprile 2005), p. 54.
 
 Fenomeni e fonemi: il blog di Tommaso Giartosio
 Morte di un ragazzo
 Il senso dell'arca
 La città e l'isola (e la sala stampa)
 Invito al viaggio
 Giugno 2006
 Maggio 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Gennaio 2006
 Dicembre 2005
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Settembre 2005
 Agosto 2005
 Luglio 2005
 Giugno 2005
 Maggio 2005
 Aprile 2005
 Marzo 2005
 Febbraio 2005
 Gennaio 2005
 Dicembre 2004
 Novembre 2004
 TG in giro per la rete
 Saggi e articoli su "Perché non possiamo non dirci"
 Linguaggio
 Letteratura
 Omosessualità
 Mondo
 L'Infinito Quotidiano
copertina

Perché non possiamo non dirci
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Tommaso Giartosio