Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
15 gennaio 2021
In Universale Economica
Marosia Castaldi: A vivere si impara
La spesa alimentare 12 settembre 2005


In genere, anzi, sempre, io programmo il menu di un’intera settimana sia per il pranzo che per la cena. So cosa si mangerà, lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì , sabato e domenica. Ho tre menu che ruotano su cui sono segnate solo poche variazioni. Un tempo le verdure le passavo perché a mia figlia piccola non piacevano a pezzi, ma anche adesso che le mangia a pezzi, le verdure sono sempre le stesse. Mangio quello che piace alle mie figlie, Non ricordo esattamente cosa mi piace. In base a questo faccio la spesa per un intera settimana e per un intero mese. Riempio il freezer è pieno fino a straripare. Compro il pane un giorno si e uno no, come se fossi un soldatino. Per questo quando vado al mercato rionale mi sembra di stare in un altro mondo: un mondo in cui il cibo è bello da vedere e da toccare, e la spesa non fa più solo parte di quello che “bisogna” fare. E tu come compri da mangiare?
 
I vostri commenti
Il commento di Michela 23 settembre 2005


Generalmente faccio la spesa una volta a settimana, il sabato mattina. Devo attraversare mezza Blanes perché nel centro del paese ci sono soltanto i supermercati piú cari. Cerco di evitare nutella e alimenti per depressi, altrimenti quando sará a casa la divoreró in un battibaleno. Mi piace,poi, girare tra le bancarelle del mercato, vedere i colori della frutta e della verdura, stuzzicare il naso con quegli odori, incontrare Sergi che fa la spesa con il padre e vedere la gente che cammina frettolosa con le buste piene. Odio portare i fardelli di acqua fino a casa, dato che non ho la macchina. Durante la settimana non compro il pane, perché qui in Spagna lo preparano senza sale. Quello che mangiavo a Napoli, invece...con la crosta dura...


 
Il commento di Mario 16 settembre 2005


Io, da quando vivo a Torino, la spesa la faccio in due modi: di persona comprando ogni giorno quello che finisce subito(pane, acqua etc...) via sms quando chiedo ad un amico che ho al sud di spedirmi qualche chilo di prodotti tipici che qui non trovo da nessuno parte. Una cosa è certa: quando si vive con altri studenti la fame non finisce mai, il cibo invece scompare dalla cucina ad una velocità impressionante. Ciao!


 
Il commento di Rui 12 settembre 2005


Ciao Marosia, Io mangio dai miei genitori, dunque non faccio la spesa. Ma capisco bene che per le donne, cioe' per chi cucina e fa la spesa, il cibo possa diventare una cosa quasi senza sapore. E credo che tutti noi, a volte, dimentichiamo che il cibo e' proprio la sostanza della vita. Grazie per il blog. Rui


 
 Marosia Castaldi: A vivere si impara
 il Natale
 i morti restano nei vivi
 in spem contra spem
 La felicità
 Febbraio 2013
 Gennaio 2013
 Dicembre 2012
 Novembre 2012
 Ottobre 2012
 Settembre 2012
 Luglio 2012
 Giugno 2012
 Maggio 2012
 Aprile 2012
 Marzo 2012
 Febbraio 2012
 Gennaio 2012
 Dicembre 2011
 Novembre 2011
 Ottobre 2011
 Settembre 2011
 Luglio 2011
 Luglio 2007
 Giugno 2007
 Aprile 2007
 Marzo 2007
 Febbraio 2007
 Gennaio 2007
 Dicembre 2006
 Novembre 2006
 Ottobre 2006
 Agosto 2006
 Giugno 2006
 Maggio 2006
 Aprile 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Gennaio 2006
 Dicembre 2005
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Settembre 2005
 Luglio 2005
 Giugno 2005
 Maggio 2005
 Aprile 2005
 Marzo 2005
 Febbraio 2005
 Ottobre 2004
 Settembre 2004
 Luglio 2004
 Giugno 2004
 Maggio 2004
 Aprile 2004
 Marzo 2004
 Febbraio 2004
 Gennaio 2004
copertina

Paesaggio della stanza
Compra su lafeltrinelli.it
 La scheda autore di Marosia Castaldi