Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
9 dicembre 2021
In Universale Economica
Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
Sono tornata 6 ottobre 2005


Carissimi, sono tornata dopo un tour bellissimo che è partito da Venezia e mi ha portato in giro per tutta l'Italia con il film e con il libro. Ho scoperto tanta gente appassionata, che aveva voglia di discutere, di parlare di un nuovo modo di amarsi, di desiderarsi, persone alla ricerca di una nuova famiglia in cui si cerca di stare insieme nella verità. Non la famiglia italiana intoccabile, luogo di tante menzogne. Non mi aspettavo una reazione così ampia, così calda. Evidentemente l'Italia è molto più aperta e nuova delle sue istituzioni. Evviva! Proverò a rispondere alle vostre lettere. Perdonatemi se lo farò qualche volta con ritardo, ma ho una vita piena di figli e di lavoro, come tutti. Con voi sono partita per una delle avventure più importanti della mia vita, scrivetemi.
 
I vostri commenti
Il commento di kecco.romano 21 marzo 2006


complimenti!Ho visto tanti film italiani,sono un fans d quello ke è GABRIELE MUCCINO ma quando ho visto il tuo film,inizialmente con molti dubbi,mi sono innamorato del tuo film!è incredibile per intensità,è incredibile per gli argomenti che sono stati trattati e in che modo sono stati trattati,cioè in maniera non approfonditissima ma in un modo molto profondo!Alcune scene sono incedibili pe rl acaric ad'emozione pazzesca che danno!La storia delle due ragazze-donne è fantatica davvero complimentoni!!!Ah vorrei conoscere la MEZZOGIORNO è possibile in qualk emodo??Ciao e complimenti di nuovo aspetto un tuo prossimo film!!!


 
Il commento di Francesco Nuti 16 marzo 2006


Egregia signora Cristina,intendo innanzitutto ringraziarla per aver rappresentato,in maniera impeccabile,l'Italia alla notte degli Oscar. Poco importa se non abbiamo vinto,l'esserci stati è già una grandissima vittoria. Le vorrei chiedere un consiglio,ho 25 anni e da circa tre ho in mente tre avventure,a mio parere davvero fantastiche,che non sono in grado di gettare su carta. Come avrà avuto modo di intuire la mia cultura non è delle più elevate,ho il diploma di tecnico di servizi ristorativi e non frequento università,quindi non sono,e,non mi sento, in grado di poter scrivere un libro. Come posso riuscire a trasformare le mie idee in un romanzo?la prego mi aiuti.....cordiali saluti Francesco Nuti


 
Il commento di Ilaria 5 marzo 2006


Ciao!Complimenti davvero..io ho visto prima il film,mi incuriosiva e l'attrice era Giovanna Mezzogiorno ovvero la mia attrice italiana preferita,la adoro! Il film era bellissimo come mi aspettavo, poi ho letto il libro..stupendo! Complimenti per come descrivi le differenze tra l'uomo e la donna nel modo in cui vivono il sesso... Grazie perchè mi hai regalato delle grandi emozioni per una storia così toccante e perchè sono riuscita a ritrovarmi nei sentimenti di Sabina, di Maria e anche di Emilia.


 
Il commento di laura pezzutto 2 marzo 2006


Per me è stato il film più bello del 2005. Dimostra coraggio e voglia di far capire che la vita è piena di brutture, a volte proprio dove si dovrebbe stare più tranquilli: le mura domestiche. E'la riscoperta del bel cinema italiano, sicuramente più vero di quello statunitense (qui in risalto sono i sentimenti della vita, non gli effetti speciali). Sai, Cristina, mi piacerebbe avere la possibilità di fare la comparsa in un film, magari in uno dei tuoi prossimi, potresti aiutarmi a realizzare questo mio sogno? Saluti cari, Laura


 
Il commento di Stefano Z. 7 febbraio 2006


...Dopo la lettura del libro ho visto anche il film. Molto bello anche se la lettura e’ stata piu’ avvolgente, piu’ completa e piu’ intima. Questo pero’ e’ solo il mio modesto parere. Scusa la lunghezza della lettera.Ti mando uno spassionato “in bocca al lupo”. Stefano Z.


 
Il commento di Stefano Z. 7 febbraio 2006


...la cecita’ e cioe’ l’handicap che piu’ di ogni altro simboleggia la piena impotenza a vivere appieno la vita odierna basata sull’immagine, sulla visione piu’ che sulla riflessione; il fatto di non avere un lavoro garantito, di dovere ripiegare ad effettuare delle comparse e a delle forme di spettacolo non propriamente “nobili”. Dato che esercito una professione amata posso capire la frustrazione dell’attore che non riesce a fare quello che vorrebbe. Ma la situazione del cinema, del teatro e delle arti visive in genere in Italia e’ proprio cosi’ come l’hai descritta nel tuo libro? E che dire delle “sottolineature e degli appunti a margine”che tu descrivi nel libro: e’ una mia usanza e pensavo che Tu descrivessi la mia usuale abitudine!..


 
Il commento di Stefano Z. 7 febbraio 2006


...Persone da non demonizzare ma da compatire e da aiutare. Ho notato come fai risultare il sesso maschile (nella persona di Franco) schiavo della sua bestialita’ anche se hai esordito facendo vedere tutte le buone intenzioni del nuovo maschio odierno. Che messaggio hai voluto mandarci? Il maschio potra’ mai liberarsi del suo insaziabile egos sessuale oppure Tu vedi qualche sforzo per migliorare ma alla fine resta sempre un “animale egoista”? Mi ha fatto piacere vedere come affronti le varie discriminazioni della presente societa’: l’omosessualita’, in particolar modo quella femminile, piu’ tenera, meno ostentata di quella maschile e sicuramente piu’ diffusa di quello che la gente possa pensare; la cecita’....


 
Il commento di Stefano Z. 7 febbraio 2006


Cara Cristina, mi accingo a scriverti solo ora poiche’ solo in questi giorni sono venuto a conoscenza dell’esistenza del tuo blog. Ho avuto modo di sentirti l’anno scorso nella trasmissione radio “Damasco”, e mi ha impressionato molto come hai esposto le tue esperienze letterarie. Successivamente ho comprato il tuo libro anche perche’ stimolato dai vari clamori post veneziani. Sono stato travolto dalla tua scrittura e dai numerosi argomenti che hai toccato. Ho letto il libro in due giorni e non riuscivo a staccarmi da esso. Mi ha fatto molto pensare l’esistenza del lato cattivo che e’ presente in ognuno di noi e che purtroppo alcune volte qualcuno non riesce a domare. Quante di queste persone si aggirano tra noi! Persone da non .....


 
Il commento di Rocco 23 novembre 2005


Cristina, che bello!Ti ritrovo! Immaginavo quanto fossi impegnata prima di poter ricevere tue notizie circa il cineforum. E' la prima volta che scrivo su un blog, per cui spero tu riesca a "leggermi"...sono l'assistente di volo con cui hai scambiato quattro chiacchiere in ritorno da Londra, lo scorso 16 ottobre, volo AZ205 lhr-fco. Ho avuto modo di ripensare spesso alla piacevole conversazione e parlando con amici e conoscenti non ho potuto fare a meno di evidenziare la disponibilità e l'umanità che hai saputo dimostrare. Ti ringrazio ancora per la bella opportunità: nel mio lavoro di vip ne incontro parecchi, ma pochissimi lasciano un segno tangibile della loro presenza. Se puoi non pubblicarmi,ma fa tu!Attendo tue.Con stima, Rocco.


 
Il commento di roxane 6 novembre 2005


il film è bellissimo....quanto mi piacerebbe avere una parte in un film della Comencini.


 
Il commento di mario dalla torre 6 novembre 2005


Gentile Signora Comencini, avrei da inviarle la scheda della mia storia personale (mi sono svegliato da un coma profondo provocato da incidente) e il progetto di fiction che ne è scaturito, che sto scrivendo con lo sceneggiatore romano sergio bazzini. Le può interessare? La ringrazio e invio un abbraccio dal cuore. Mario dalla Torre, Schio (VI) 3687788256


 
Il commento di Valentina 3 novembre 2005


Carissima Cristina, il Suo libro "la bestia nel cuore" mi ha molto emozionato(il film non l'ho ancora visto purtroppo).Il "monologo" del regista e il suo messaggio forte sono, credo, la parte più bella del libro. La cosa che più però mi ha coinvolto, oltre il personaggio del regista che è eccezionale, è un altro punto sviluppato nel romanzo: il peso della "cultura", del "sapere".A cosa serve tutto questo sapere se poi non si riesce a tenere a bada la bestia che abita nel cuore di ognuno di noi?è un interrogativo che mi sono spesso posta. La ringrazio perchè questo libro da forza. Con stima Valentina


 
Il commento di Eleonota 29 ottobre 2005


Ciao Cristina! se devo essere sincera non conosco molto il tuo modo di scrivere e di fare film...però posso dire che questo film mi è bastato per capire quanto sia stato fatto con capacità ed empatia... uno dei miei più grandi desideri è recitare come hanno fatto i tuoi attori...(Giovanna e Lo cascio sono bravissimi..) Grazie anche per avermi dato uno spunto importante per il mio esame di maturità!!! ciao...


 
Il commento di francesca Bodini 17 ottobre 2005


Ho visto il film già da qualche tempo e mi resta dentro, mi viene in mente qualche scena nei momenti più impensati. Davvero complimenti per avere tirato fuori la forza di rinascere anche da una vicenda umana durissima. Quando ci ripenso quello che mi resta nel cuore è proprio questo senso di 'vita nuova' che è sempre possibile. Grazie!


 
Il commento di marianna berardi 15 ottobre 2005


Dopo tanto tempo ho pianto al cinema;un pianto vero,doloroso...anche, la forza espressiva di LoCascio nella difficolta' della messa a nudo delle verita' mi ha pervasa di commozione e rabbia insieme,mi ha reso una volta ancora, consapevole della mia fortuna per non aver mai subito violenza,grazie. Film forte,intenso e armonioso ;la capacita' di inserimento delle passioni e della sensualita',persino del fine erotismo in un contesto di rivelazione e presa di coscienza dell'abuso sono segni di grande sensibilita' e di un occhio attento che guarda e vede e comunica che i meccanismi della visione sono dettati dalla luce.


 
Il commento di matilde cesaro 13 ottobre 2005


Brava! ho riletto il film con la stessa smania di individuare i tratti che colorano il libro. Angela Finocchiaro è superba... Un'attrice a tutto tondo: il non verbale è carico di emozioni, grazie ad Angela, a Giovanna a tutto il cast, grazie a te per aver frantumato barriere di omertà e intoccabilità penetrando segreti casalinghi di devianza e di sofferenza...


 
Il commento di Valentina 12 ottobre 2005


Bentornata, cara Cristina. Mi fa piacere poter riaprire questo dialogo a distanza. Ti ho incrociata a Venezia ma, dato che non avevo ancora avuto modo di vedere il film, non ho voluto disturbarti (giornata delirante...). Ora il film l'ho visto...e rivisto...e sedimentato e ho molta voglia di parlarne. Ma desidero farlo come si conviene, quindi procrastino i commenti di qualche ora e intanto faccio mente locale...bentornata, davvero!Valentina


 
Il commento di cristina 12 ottobre 2005


Gentile signora Comencini, per prima cosa, non ho visto il film, lo vedrò, sicuramente, in compenso ho letto due volte il suo bel libro. Quindi, due volte, quindi due letture. La prima: la lettura che rapisce quando si coglie la bella occasione di avere fra le mani un libro non ovvio. Leggo libri da una vita, per passione e per lavoro, dunque un libro lo annuso e lo tocco, lo investo da differenti punti di vista. Bella la trovata dell’indice, la rete, l’intreccio, il dipanarsi, di una storia, l’itinerario che la nostra vita poi è. Il libro, crogiolo di cose, che a volerle guardare tutte, quasi l’abbondanza travolge, ma poi il libro è essenziale. Dalla prima lettura, come dire, mi sono lasciata travolgere. Qualcosa accade: a nostra insaputa


 
Il commento di cristina 12 ottobre 2005


, nonostante me, nonostante noi, a chi una prova, a chi un’altra prova. E la speranza, oltre storie feroci, oltre lutti che solo il silenzio commenta, come fare? E già la parola è una scommessa di vita. La seconda lettura, più razionale, e redazionale. L’abuso sessuale su minori, l’omossessualità, la cecità, il tradimento, l’ombra il sospetto il dubbio del parricidio. Cose antiche? Attuali senza la chance che solo la parola è. Questo “mai tacere”, anche questo è tanto antico quanto mai attuale.


 
Il commento di massimiliano 12 ottobre 2005


Ciao Cristina e complimenti. Devo dire che grazie ad Autori come te il cinema italiano di questi ultimi anni si sta riscattando da un periodo di film un pò troppo volutamente commerciali. Sembra quasi che, in certi casi, non ci sia più voglia di rischiare enel fare un film denso di contenuti ed emozioni. Vorrei approfittare di questo spazio per chiederti una cosa che mi sta molto a cuore, avrei un gran desiderio professionale di fare un'esperienza come assistente di un professionista del tuo spessore e valore. Avendo una grande passione per le arti visive, tanto da averne fatto il mio mestiere, sono qui a chiederti se mai fosse possibile poter approfondire sul campo la mia conoscenza ed esperienza. Ringraziandoti sentitamente, ti saluto


 
Il commento di Maria Pia De Simone 12 ottobre 2005


Cara Cristina, Come faccio per inoltrarti una lettera che sto per inviare alla Feltrinelli, in cui propongo una traduzione di un libro di Lynne Finney? E' un'americana, vittima di abusi sessuali da parte del padre, che poi è diventata psicoterapeuta per aiutare altre vittime come lei. Il libro mi è stato di grande aiuto per superare i miei traumi per gli abusi sessuali da parte di mio zio e del bidello della mia scuola, quando vivevo negli Stati Uniti. Io vivo da 23 anni in Italia, e ho deciso di iniziare a fare qualcosa per aiutare gli altri. Mi sembra che questo testo Reach for the Rainbow, possa essere importante. Pensavo anche di scrivere un libro sulla mia esperienza e su come sono sopravvissuta, ma più in là. Maria Pia


 
Il commento di claudia 10 ottobre 2005


seconda parte della mail mi piacerebbe una condivisione davanti ad un caffè grazie cristina claudia


 
Il commento di claudia 10 ottobre 2005


cara cristina sono appena uscita dalla sala e sono qui a ringraziarti perchè quando il cinema fa miracoli il minimo è parlare al cuore di chi ha creato un'opera di vita sto ancora piangendo anche se sono un pò più calma qualcosa di struggente e liberatorio allostesso tempo mi ha preso alla bocca dello stomaco ed era tanto che emozioni autentiche non mi trapassavano così un film che toglie il fiato in tutti i sensi quasi non respiri tanto ti arriva dentro sai quando ero piccola il mio film preferito era "incompreso" buffo vero? quante volte l'ho visto e ho pianto io non ho vissuto il dramma rappresentato nella tua opera ma sicuramente questo film scioglie anche nodi simili non per questo inesistenti


 
Il commento di Ilaria 9 ottobre 2005


Ciao Cristina,mi chiamo Ilaria e ho 18 anni!Voglio farti i miei più grandi complimenti perchè è grazie a te,e ad attori come quelli del cast "La bestia nel cuore" se stimo il cinema italiano!Oggi non è facile,sono poche le attrici veramente brave,io ho visto "Il più bel giorno della mia vita" e "La bestia nel cuore" e sono colmi di poesia e fascino...non ho saputo resistere dal vedermeli più di una volta scoprendo sempre qualcosa di nuovo!E poi volevo farti i complimenti per aver scelto Giovanna,è una persona speciale,brava e lavora benissimo su se stessa!Bravi tutti gli altri...ma per lei ho un occhio di riguardo!Sono molto orogliosa!grazie Saluti affettuosi! Ilaria


 
 Con le parole e con le immagini: il blog di Cristina Comencini
 L'Italia non è un paese per donne
 Un nuovo film e un progetto molto importante
 Tornata.... finalmente.
 Un nuovo romanzo
 Giugno 2010
 Marzo 2010
 Dicembre 2009
 Febbraio 2009
 Ottobre 2008
 Luglio 2008
 Marzo 2008
 Febbraio 2008
 Gennaio 2008
 Novembre 2007
 Ottobre 2007
 Settembre 2007
 Luglio 2007
 Maggio 2007
 Aprile 2007
 Marzo 2007
 Febbraio 2007
 Maggio 2006
 Aprile 2006
 Marzo 2006
 Febbraio 2006
 Novembre 2005
 Ottobre 2005
 Gennaio 2005
 Novembre 2004
 Ottobre 2004
 Settembre 2004
 Agosto 2004
 Luglio 2004
copertina

Lucy
Compra su lafeltrinelli.it
Compra l'ebook - Epub
Compra l'ebook - Pdf
 La scheda autore di Cristina Comencini