Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
3 dicembre 2020
In Universale Economica
La società messa sotto controllo. Intervista a Loïc Wacquant
di Benedetto Vecchi, tratta da “il manifesto” 13 ottobre 2002


Leggi l'intervista
"Il neoliberismo ha una precisa politica di controllo sociale: l'esclusione. I poveri, gli uomini e le donne espulsi dal mercato del lavoro vanno tolti dalla vista e relegati ai margini. Questo, anche se in misura minore, accadeva anche nel passato. Il ghetto, gli slums erano territori dove il sottoproletariato era condannato a vivere. Ora, il modello emergente di controllo sociale è semplicemente il carcere, niente altro che il carcere". Un'affermazione perentoria, quella di Loïc Wacquant, a Roma in questi giorni per alcuni incontri incentrati sull'analisi delle nuove forme di "controllo sociale". Allievo di Pierre Bourdieu, Loïc Wacquant è considerato un esperto del "sistema penale", qualifica che, come ha precisato più volte, gli sta stretta, perché si considera uno studioso della società. Lasciata Parigi, ha preso a girovagare negli Stati uniti arrivando ad insegnare alla University of California a Berkeley, senza lasciare però la cattedra al Collège de France. La pubblicazione del suo primo libro - Parola d'ordine: Tolleranza zero - è da considerare il primo di una serie di saggi, interventi, relazioni sulla "trasformazione dello stato penale nella società neoliberale".
Scarica la versione gratuita del Player Real, necessaria per ascoltare e vedere i file audio/video.
  La scheda autore di Loic Wacquant
  La società messa sotto controllo. Intervista a Loïc Wacquant

  Elenco completo
 Vuoi ricevere aggior- namenti sull'autore?