Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
5 dicembre 2021
In Universale Economica
Maurizio Maggiani risponde al questionario di “io donna"
di Paolo Di Stefano, tratto da “io donna”, 10 settembre 2005
Il tratto principale del suo carattere?
La gentica apua.

La qualità che preferisce in un uomo?
La dirittura.

E in una donna?
Una flessuosa dirittura.

Il suo principale difetto?
Il più pericoloso è l'incantamento.

Il suo sogno di felicità?
Vivere con semplicità, dignità e gioia la mia complicazione, la mia malinconia e il mio abbandono.

Il suo rimpianto?
Non ho rimpianti, ho solo nostalgie.

L'ultima volta che ha pianto?
Ieri l'altro. Sono un piangione.

L'incontro che le ha cambiato la vita?
Con una Fiat 127, il 3 luglio '85. Io ero su una Suzuki. Un milione e mezzo di danni e due splendidi anni con l'ambizione di andare al cesso sulle mie gambe. Ce l'ho fatta e ho conquistato una cosa di cui ero privo: il senso delle proporzioni.

Sogno ricorrente?
Con la febbre: nuoto in un immenso mare di carta, senza mai affogare ma con inquietudine. Senza febbre: costruisco una città che chiamo Genova.

Il giorno più felice della sua vita?
Lo sto aspettando.

E il più infelice?
Lo sto temendo.

La persona scomparsa che richiamerebbe in vita?
Mia nonna Anita di fatto è ancora in vita. Con Grazia Cherchi avevamo ancora un sacco di bisticci e di risate belli e pronti da fare.

La materia scolastica preferita?
Meccanica.

Città preferita?
Genova.

Il colore preferito?
Soffro di distrofia dei coni, ma percepisco il rosso e il bianco delle rose selvatiche come qualcosa di straordinario.

Il fiore preferito.
La rosa selvatica.

Bevanda preferita?
Il vino.

Il piatto preferito?
Zuppa al farro garfagnino.

Il suo primo ricordo?
Vedo un trattore al tramonto e scappo perché mi sembra un mostro.

Libro preferite di sempre?
Grandi speranze di Dickens.

Libro preferito degli ultimi annii?
Hotel New Hampshire di John Irving.

Autore preferito in prosa?
Charles Dickens.

Poeti preferiti?
Pasolini, che è un pessimo poeta.

Cantante preferito?
In questo momento Ivano Fossati.

Il suo eroe o la sua eroina?
Pietro Gori.

Il suo pittore preferito?
Giotto.

La trasmissione tv più amata?
Non ho l'antenna.

Film cult?
Apocalypse now. Il millennio appena chiuso. Blade runner. Il millennio appena iniziato. Ma sono un unico film.

Attore preferito?
Sono tutti stronzi.

Attrice preferita?
Con la Magnani sono cresciuto. La più amata: Katharine Hepburn.

La canzone sotto la doccia
Ogni giorno ce n'è una nuova che mi ossessiona.

Se dovesse cambiare qualcosa nel suo fisico, che cosa cambierebbe?
La colonna vertebrale.

Personaggio storico più ammirato?
Frankiin D. Roosevelt: aveva dei dubbi.

Personaggio politico più detestato?
Il console Marcello: sterminò il mio popolo apuo.

Il dono di natura che vorrebbe?
La capacità manuale di costruire città.

Il regalo più bello mai ricevuto?
Un Omega che mio padre comprò il primo ottobre '51, il giorno della mia nascita. E che mi ha regalato sei anni fa. Splendido orologio da vero operaio.

Come vorrebbe morire?
Subito.

Stato d'animo attuale?
Di uno che per la prima volta non è stato riconosciuto dal padre per una malattia che lo fa andare altrove.

Le colpe che le ispirano indulgenza?
L'orgoglio e la modestia.

Il suo motto?
Una frase che mio padre scriveva in fondo ai preventivi: il tutto a regola d’arte. Firmato: Maggiani Dino.

copertina

Il viaggiatore notturno
Compra su lafeltrinelli.it
Compra l'ebook - Epub
Scarica la versione gratuita del Player Real, necessaria per ascoltare e vedere i file audio/video.
  La scheda autore di Maurizio Maggiani
 Foto dell'autore
  “Giù nel porto sepolto”, lì, c’è la scrittura. Intervista a Maurizio Maggiani
  Maurizio Maggiani risponde al questionario di “io donna"
  Maggiani, vincitore perplesso “Oggi la letteratura è minore”. Un’intervista

  Elenco completo
 Vuoi ricevere aggior- namenti sull'autore?