Cosa c'è di nuovo Tutte le informazioni sugli scrittori Gli autori raccontano Approfondimenti, notizie e libri Appuntamenti con gli autori L'arte del web e i libri La sezione Feltrinelli Digital Le classifiche dei più cliccati e dei più venduti I Blog dei nostri autori Feltrinelli Podcast


Risultati: in rosso i libri; in nero gli autori
3 dicembre 2020
In Universale Economica
Giangiacomo Feltrinelli Editore & Fondazione Feltrinelli - Gli ebook
Giangiacomo Feltrinelli Editore e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in occasione del quarantesimo anniversario della scomparsa del loro fondatore, inaugurano un nuovo fronte di collaborazione: l'editoria digitale. Sei piccoli grandi libri, sei appassionate prese di posizione, sei fondamentali documenti del pensiero sociale e politico che tornano disponibili e trovano nuova vita sotto forma di ebook. Per guardare al futuro arricchiti dalla consapevolezza del passato.


Giangiacomo FeltrinelliContro l’imperialismo e la coalizione delle destre
"Democrazia si avrà quando non bisognerà più lavorare per gli altri, per i padroni italiani e stranieri, ma si potrà lavorare per se stessi".
Giangiacomo Feltrinelli analizza l'imperialismo economico, il ruolo che esso ha sul mondo del lavoro italiano, sulle posizioni dei grandi proprietari d'azienda e dei partiti. Realtà che rendono ancora più fondamentale l'organizzazione della lotta operaia su base partitica, creando una forza in grado di opporsi allo strapotere delle destre. Numero di caratteri: 162084
(Vai alla scheda)

Giangiacomo FeltrinelliEstate 1969
1969: l'anno in cui ha inizio la strategia della tensione, l'anno in cui l'uomo è sbarcato sulla Luna, l'anno in cui Nixon è venuto in Italia. Giangiacomo Feltrinelli traccia un'analisi precisa degli eventi che nell'estate di quest'anno cruciale potrebbero portare a un colpo di stato voluto dalla destra. Per scoprire, grazie a uno sguardo acuto e disilluso, che il passato non è del tutto dissimile dal presente. Numero di caratteri: 33011
(Vai alla scheda)

Giangiacomo FeltrinelliPersiste la minaccia di un colpo di stato in Italia!
Ripercorrendo eventi che vanno dalla guerra in Vietnam ai conflitti in Guinea e Mozambico, Giangiacomo Feltrinelli tratteggia un efficace quadro della situazione politica mondiale della metà degli anni '60, dalle ripercussioni sull'Italia al ruolo dell'imperialismo americano.
Come nel '64 il popolo italiano è stato cieco di fronte al possibile colpo di stato organizzato dal generale De Lorenzo, l'Italia continua a non accorgersi del rinnovato pugno di ferro dello Stato, della mancanza di informazioni precise, del rigetto delle istanze di studenti e lavoratori, potenziali sintomi di un nuovo colpo di stato. Numero di caratteri: 31286
(Vai alla scheda)

Victor HugoNon volete il progresso? Avrete le rivoluzioni
Ci sono sempre state (e ci sono ancora), nel corpo sociale, forze potenti che si oppongono al cambiamento, alla riforma, alla crescita intellettuale e economica delle masse popolari. Forze che vogliono che tutto resti com’è, per continuare a usufruire di vantaggi indebiti e proseguire nello sfruttamento della loro posizione di vantaggio. Un’azione frenante che inizia minando alle fondamenta l’istruzione. E come deve essere questa istruzione? Gratuita, laica, libera, “modellata con la scienza e con la disciplina, normale, cristiana, liberale”, secondo Victor Hugo. Chi si illude di poter congelare l’anelito del popolo a migliori condizioni di vita avrà un brusco, bruschissimo risveglio… Numero caratteri: 30052
(Vai alla scheda)

Benito MussoliniNo alla guerra!
Diamo per scontata la nostra conoscenza di Benito Mussolini, della sua storia e del suo pensiero politico, che sfociò nella dittatura fascista da lui guidata. Ma ci fu un altro Mussolini, socialista acceso, nemico dello sfruttamento borghese e feroce avversario dei guerrafondai.
“Neutralità sino alla fine della guerra, [...] neutralità che dev’essere mantenuta ad ogni costo!” tuona nel 1914 l'allora giornalista dalle pagine dell'“Avanti!”. Sette testi che dimostrano il pensiero mussoliniano di quegli anni, sette testi sulla neutralità, contro le spese per gli armamenti, contro la guerra, contro la trasformazione del popolo lavoratore in carne da cannone. Numero caratteri: 50452
(Vai alla scheda)

Carlo RosselliRivoluzione contro la guerra
Carlo Rosselli, uno dei padri nobili del socialismo italiano, analizza lucidamente la situazione politica europea, anticipando l'inevitabile scontro tra fascismi e antifascismi che nascerà dalle ceneri del Trattato di Versailles. Dal confino in Francia, Rosselli prevede con sorprendente chiaroveggenza quelli che saranno gli atteggiamenti di popoli e governanti e individua un'unica soluzione per evitare la guerra: una rivoluzione dei popoli soggetti alle dittature. Numero caratteri: 18403
(Vai alla scheda)